Pensione di Reversibilità e Indiretta

Il Diritto alla pensione di Reversibilità

Le pensioni di vecchiaia, anticipata, di inabilità, di invalidità e supplementare sono reversibili al coniuge e ai figli minori o ai figli maggiorenni studenti a carico del genitore al momento del decesso, o ai figli di qualunque età inabili e a carico del genitore al momento del decesso.

Il Diritto alla pensione Indiretta

Spetta agli stessi superstiti aventi diritto alla pensione di reversibilità:

  1. dell’iscritto non cancellato dall'Associazione al momento del decesso e che, alla data del decesso, può far valere almeno 5 (cinque) anni di effettiva iscrizione e contribuzione di cui almeno 3 (tre) nell'ultimo quinquennio;
  2. dell’iscritto cancellato dall'Associazione da data non anteriore di 6 (sei) mesi a quella del decesso e che può far valere almeno 5 (cinque) anni di effettiva iscrizione e contribuzione di cui almeno 3 (tre) nell'ultimo quinquennio;
  3. dell’iscritto cancellato dall'Associazione e che può far valere almeno 15 (quindici) anni di effettiva iscrizione e contribuzione alla Cassa (interamente contributiva e senza minimo).

La misura della pensione ai superstiti (indirette e reversibilità)

È determinata applicando le seguenti percentuali di reversibilità all'importo della pensione spettante al pensionato o che sarebbe spettata all'iscritto:

  • coniuge superstite: 60 per cento;
  • coniuge superstite e un figlio: 80 per cento;
  • coniuge superstite e due o più figli: 100 per cento;
  • un figlio in assenza del coniuge: 70 per cento;
  • due figli in assenza del coniuge: 80 per cento;
  • tre o più figli in assenza del coniuge: 100 per cento.

L’importo della pensione indiretta è integrato al minimo di € 13.049,14. Il minimo viene ridotto in proporzione tenendo conto degli anni di contributi successivi all'anno 2003 necessari per il diritto alla pensione e non spetta se tutti i contributi sono successivi all'anno 2003.

Il trattamento minimo non spetta al coniuge titolare di pensione indiretta, senza figli contitolari della pensione, con un reddito annuo superiore a € 19.573,71.

Il trattamento minimo spetta anche ai titolari di pensione di reversibilità di pensionato di invalidità e di inabilità deceduto entro un anno dalla decorrenza della pensione di invalidità e di inabilità.

In ogni caso il trattamento minimo spetta ai titolari di pensione ai superstiti, il cui nucleo superstite comprenda un figlio minore di età o inabile.

Come fare richiesta?

La pensione ai superstiti è corrisposta su domanda. Per inoltrare domanda occorre compilare il modulo “Domanda di pensione ai superstiti” presente nella sezione Modulistica del sito nonché in allegato a questa pagina web e inviarlo tramite raccomandata a/r all’indirizzo CNPR Via Pinciana n. 35, 00198 Roma o via email PEC all’indirizzo prestazioni@pec.cassaragionieri.it.

Come si possono chiedere ulteriori informazioni in merito?

E’ possibile contattare un operatore tramite il numero verde gratuito 800 814 601, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00, anche da cellulare. Oppure scrivere una email all’indirizzo informazioni@cassaragionieri.it oppure all’indirizzo PEC prestazioni@pec.cassaragionieri.it.

Il Regolamento della previdenza e il modulo per inoltrare la richiesta sono allegati a questa pagina web.